L’ex tronista Daniel Menjibar ucciso a coltellate a soli 31 anni

13 Lug 2020 Fabiano Minacci • Tempo di lettura: 2 minuti

Daniel Menjibar, protagonista dell’edizione spagnola del 2010 di Uomini e Donne, è stato ucciso a Valencia da un’arma da taglio, che l’ha colpito ripetutamente durante una rissa fuori una discoteca.

A riportare la notizia è stato FanPage.it, che ha segnalato come il ragazzo (di soli 31 anni) sia stato pugnalato due volte perdendo la vita prima dell’arrivo dei soccorsi, che non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.

“Stando alle prime ricostruzioni, il ragazzo sarebbe stato pugnalato nella notte di sabato 11 luglio, intorno alle 4:30 del mattino, all’uscita di una discoteca, nei paraggi del centro commerciale Las Américas di Torrent, non lontano da Valencia. Una discussione accesa sfociata in rissa, che sarebbe costata, all’ex concorrente del programma, due ferite causate da un’arma da taglio. Nonostante l’arrivo tempestivo dei soccorsi, Daniel Menjíbar sarebbe morto sul posto. La polizia spagnola e le istituzioni locali di Torrent indagano sul caso, mentre quattro persone sono già state arrestate, per i loro presunti rapporti con il ragazzo. Sono due adulti, in carcere, e due gemelli di 16 anni, condotti in un centro per minori. Secondi i testimoni, il gruppo avrebbe accusato l’ex tronista di infastidire alcuni clienti. Lo avrebbero rincorso, picchiato, poi pugnalato. La polizia ora indaga per capire chi di loro abbia sferzato il colpo”.

Ad annunciarne la morte è stato il portale di Telecinco.

“Dani Menjíbar, un giovane di 31 anni ed ex concorrente del programma Mujeres y Hombres, è morto per mano di quattro giovani che gli hanno sferzato diverse pugnalate. Il ragazzo è morto sul posto dopo aver ricevuto due pugnalate: ci sono già quattro arresti, tra cui due di minori. I due adulti arrestati per il loro presunto coinvolgimento nella pugnalata mortale di Dani Menjíbar, ex concorrente di Mujeres y Hombres entreranno in prigione; mentre per i due 16enni arrestati è stata decisa l’ammissione in un centro per minori”.

 

Share this article

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e

Twitter!