Emis Killa offende un calciatore e poi spiega: “Colpa anche dell’alcol, avevo bevuto”

06 Lug 2020 Fabiano Minacci • Tempo di lettura: 2 minuti

Ogni volta che Emis Killa scrive un tweet senza riflettere troppo scoppia la polemica. Ieri sera rispondendo ad un fan che gli chiedeva cosa pensasse di Zvone Boban e del fatto che avesse definito il suo inno del Milan una “caduta di stile”, il rapper ha risposto in maniera molto chiara e ‘garbata’: “Penso che me lo su*a sta faccia di mer*a“.

E questo è proprio il caso di dire…

Molti tifosi del Milan hanno attaccato Emis, che oggi ha cercato di mettere una toppa con una serie di stories:

“La mia è stata una risposta ad un fan, ieri avevo anche alzato il gomito. Quando parlo su Twitter ogni tanto parlo un po’ troppo senza filtri e i miei termini provocatori vengono fraintesi. Non mi scuso con Boban, perché ha cominciato lui dicendo che il mio inno era una caduta di stile. Il suo è stato un colpo basso. Io avevo scritto questo inno per il Milan e non mi aspettavo che una persona introdotta nella società mi sminuisse in quella maniera in tv davanti a tutti.

Per quanto riguarda ‘me lo su*a sta faccia di me**a’, quello era il mio carattere, unito all’ora e all’alcol. C’è anche un piccolo rancore, io poi personalmente non lo conosco, ma l’ho incontrato una volta ed è stato indisponente. Non mi sto scusando e mi spiace se questo farà venir fuori rancori tra me e la società”.

Emis Killa: il video di chiarimenti.

Share this article

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e

Twitter!