Sam Asghari, il fidanzato di Britney si scaglia contro chi tiene prigioniera la popstar

15 Lug 2020 Fabiano Minacci • Tempo di lettura: 2 minuti

Grazie alle dichiarazioni del fotografo Andrew Gallery e della cugina di Britney Spears, il movimento FreeBritney (che va avanti da più di un anno e a cui ho dedicato decine di articoli) ha ricevuto nuova attenzione da parte dei media. Al netto delle teorie complottistiche di alcuni fan (che parlano di bislacchi messaggi in codice), sono sempre di più le persone vicine alla popstar di Womanizer che denunciano un clima non sano nella vita di Britney.  Oggi anche Sam Asghari ha lanciato un attacco che pare mirato a chi tiene in gabbia la Spears da più di 10 anni.

“Il posto e il modo in cui sono cresciuto mi hanno sempre permesso di capire e sostenere i diritti delle donne e credo che le donne debbano essere capaci di fare le loro scelte in maniera libera”.

Da ora in poi per il team di Britney Spears sarà davvero difficile gestire il fanbase che ha praticamente aderito in massa al movimento FreeBritney. Se mai dovesse esserci un nuovo album e una nuova era/residenza, non potranno fingere che tutto questo non sia mai esistito. Noi fan vogliamo delle risposte, oltre – ovviamente – alla libertà della popstar che seguiamo da 2 decenni.

Se è capace di sfornare dischi, partire per 3 tour mondiali e fare una residenza di 5 anni, allora può anche fare shopping, guidare, vedere i figli e usare i suoi soldi.

 

Share this article

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e

Twitter!