Milano, ragazzo gay bullizzato dagli omofobi sale su un palazzo e tenta il suicidio

08 Lug 2020 Fabiano Minacci • Tempo di lettura: 2 minuti

Due aggressioni omofobe, un medico che insulta un paziente gay e un educatore discriminato per la sua omosessualità, tutto successo nell’ultimo mese, alla faccia di chi dice che l’odio verso la comunità LGBT non è un problema per l’Italia. Purtroppo ieri da Sesto San Giovanni è arrivata un’altra brutta notizia, un 24enne perseguitato dai bulli omofobi ha tentato il suicidio.

Lunedì sera un ragazzo di Cologno Monzese ha mandato un messaggio all’amica in cui le diceva addio, poi si è arrampicato su un’impalcatura di 12 metri di uno stabile ancora in costruzione ed ha provato a suicidarsi. Per fortuna il tempestivo intervento dei Carabinieri di Sesto San Giovanni ha evitato il peggio.
A salvare la vita del giovane in realtà è stata anche l’amica, che ha subito chiamato il 112, non appena ha letto il messaggio del ragazzo su Whatsapp. Gli agenti hanno localizzato il telefono del 24enne, hanno cercato di distrarlo, mentre alcuni colleghi si stavano arrampicando per metterlo in salvo. Dopo questa brutta avventura il giovane è stato portato al pronto soccorso dell’ospedale civile di Sesto San Giovanni per accertamenti, ma adesso sta bene.

Dove e come chiedere aiuto

Per qualsiasi problema legato al bullismo omofobo è attivo il numero verde di Gay Help Line 800 713 713. Se state affrontando un periodo complicato o siete vittima di omofobia non chiudetevi in voi stessi, cercato almeno un amico con cui parlare, ricordate che non siete soli e che in tanti abbiamo/stiamo affrontato le stesse cose (nel mio piccolo sono disponibile anche a fare 2 chiacchiere se mi contattate e sarò più che felice di ascoltarvi). L’importante è non fare l’errore di non vedere vie d’uscita e non pensare che siano quei mostri ad avere ragione.

Parlare di suicidio non è semplice. Se state vivendo una situazione di emergenza potete chiamare il Telefono Amico al numero 199 284 284 oppure online, dalle 10 alle 24. Altrimenti potete rivolgervi a Samaritans Onlus al numero verde gratuito 800 86 00 22 da telefono fisso o al numero 06 77208977

Share this article

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e

Twitter!