Madre uccide a coltellate il figlio perché gay e poi gli da fuoco con l’aiuto del marito

13 Gen 2017 Fabiano Minacci • Tempo di lettura: 2 minuti

gay madre

Di casi di omofobia ne abbiamo letti a centinaia, ma questo senza ombra di dubbio è uno dei peggiori.
Mercoledì 11 gennaio Tatiana e il marito Alex  sono stati arrestati dalla polizia brasiliana, accusati dell’omicidio di loro figlio Itaberli.
La donna non ha mai accettato l’omosessualità di suo figlio e una settimana fa durante una lite l’ha accoltellato uccidendolo, poi con la complicità del marito ha portato il corpo del ragazzo in un campo e gli ha dato fuoco.
I parenti di Tatiana hanno subito iniziato a sospettare di lei quando dopo la scomparsa del figlio la donna si rifiutava di informare la polizia. Il cadavere carbonizzato del 17enne è stato ritrovato il 7 gennaio e la suocera e il cognato dell’assassina hanno informato gli agenti di quello che poteva essere accaduto:
“La madre non l’ha mai accettato perché era gay e abbiamo già sospettato di lei dalla scomparsa, visto che lei non voleva sporgere denuncia. Penso che una vera madre dovrebbe amare suo figlio nonostante tutto e non fare una cosa così orrenda . Lui era un ragazzo che lavorava, molto educato e non lo dico perché ero lo zio è la verità. Sua madre lo trattava male perché lui era gay e quindi lui era venuto a vivere con me e sua nonna fino al 29 dicembre 2016, poi Tatiana l’ha convinto a tornare da lei ed è successo il peggio. Il crimine è stato premeditato perché sua madre era molto tranquilla, poi quando abbiamo parlato con la polizia ha cominciato a comportarsi in modo diverso. Vogliamo che sia fatta giustizia. Adesso lei deve pagare!”
Una donna che arriva a fare una cosa simile non è una madre, ma un mostro (è di qualche ora fa la notizia che secondo la madre il figlio 17enne usava droghe). Pensare che l’omofobia possa pesare più dell’amore per un figlio è terrificante, ma è la realtà e non solo in Brasile, ormai non li conto nemmeno più i ragazzini che mi scrivono in privato raccontandomi storie orrende di violenze psicologiche e omofobia in famiglia.

famiglia ragazzo gay

Share this article

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e

Twitter!